Francesco Radaelli Co-Founder di CryptoCoinference e Koinsquare, Marketing Manager di AidCoin, ha spiegato al pubblico di Blockchain Insiders le dinamiche di fundraising nel mondo Blockchain e crypto, un business complesso che si basa sul valore della crowd.

Fundraising tramite capitale di rischio possono essere:

  • Centralizzati (es venture capital, seed & angel investing, private equity)
  • Decentralizzati (reward crowfunding, come Kickstarter, Indiegogo e equity crowdfounding)

Vi sono inoltre diversi approcci alle campagne di Foundraising

  • Lean mode: Creare modelli di business validati prima della creazione di impresa.

Ridurre tutto all’essenziale come ha fatto Nibol la piattaforma di matching per trovare spazi di lavoro e studio. 

  • Growth hacking: sfruttare l’hack per ottener il miglior risultato possibile con il minore sforzo possibile. 
  • Influencer: creare una rete di ambassador che da semplici consumatori diventano veri e propri portavoce. 

Si passa da una fase passiva da consumatore a una proattiva da consumATTORE che contribuisce alla creazione dell’hype. 

Nello specifico il Fundraising su Blockchain conferisce un particolare rilievo alle persone. 

Vi sono tre modi per rivolgersi al pubblico di investitori con capitali di rischio. 

  • Coin,
  • Utility Token,
  • Security Token. 

Questi asset possono essere finiti o infiniti 

Canalizzati e formalizzati in nuovi modelli di emissione di capitale di rischio:

  • ICO (Initial Coin Offering) generalmente legate all’emissione di un Utility token. 

Non viene ceduta nessuna Equity (stock di proprietà della società), non vi è quindi una proprietà patrimoniale distribuita a terzi. Di norma il token viene anche listato pubblicamente.

  • DAICO (Decentralized Autonomous Initial Coin Offering) solitamente legate all’emissione di un utility token. 

Per creare una DAICO il development team deve creare uno smart contract (solitamente sul network di Ethereum).

Il contratto DAICO parte in “contribution mode” specificando un meccanismo tramite il quale chiunque può versare Eth in cambio del token in questione.

  • STO (Security Token Offering): emissione di un security token (ancora poco diffuse per assenza di regolamentazione).

In più c’è la possibilità di ricorrere a capitale di debito attraverso Lending P2P ovveropiattaforme dove vengono emessi o richiesti prestiti tra utenti, senza la presenza di un garante facendo ricorso anche a smart contract. (Ex. Nexo)

Si passa da un modello customer oriented ad un modello people oriented

Grazie alla Blockchain è possibile osservare un abbattimento delle barriere tra cliente e azienda. 

Questo è il vero raised value. Avvicinamento del cliente alle dinamiche aziendali.

Amelia Tomasicchio Eidoo CMO and Co-Founder The Cryptonomist ha evidenziato come per entrare in un settore come quello della Blockchain in maniera professionale sia necessario un cambio di paradigma, non contano soltanto i titoli di studio, ma servono competenze e skills. 

 “Need to hire people for skills, not just degrees” IBM CEO

Perché blockchain?

Su Upwork e Linkedinci sono più di 7.000 posizioni aperte è quindi importante specializzarsi con soft skills inerenti a comunicazione interpersonale e problem solving.

Figure come il Community manager svolgono un ruolo sempre più cruciale per il lancio di ICO, nella gestione canali TG, social e blog e di public relations senza tralasciare la parte più analitica. 

Content is the key, Data are the key

  • Lead qualificati 
  • Conversion rate da vari punti di vista (app, registration, webnairs)
  • App performance 
  • Referral
  • Newsletter/supporto 

Anche il ruolo del CMO (Chief Marketing Officer) assume sempre più rilevanza per gestire: 

  • I feedback degli utenti, 
  • Il lavoro trasversale e di collaborazione con grafici, supporto clienti, sales,
  • Il marketing plan con benchmark e vision, analisi della concorrenza sul breve e sul lungo periodo,
  • La concorrenza del mercato e vision del progetto,
  • Quali son i plus e i vantaggi di un prodotto per valorizzarli,
  • La regolamentazione delle crypto. 

Relativamente alle Digital Marketing Strategies i canali paid tradizionali non consentono di pubblicizzare liberamente il mondo crypto, è necessario quindi costruire strategie alternative come:

  1. Video youtube
  2. Blog
  3. Seo (onsite e offsite)
  4. Newsletter/supporto

Alcuni toolsinteressanti proposti da Amelia Tomasicchio sono:

Emil marketing—> mailup.com

similaweb.com o Sem Rush

twitteraudit.com(percentuale di fakes)

Firebase e hotjar (tracciare le conversioni e l’utilizzo dell’utente per ottimizzare la UX ) 

answerthepublic.com(seo)

Google analytics e Google Adwords 

Moreno Zucchetti CEO ATPC, CEO Cryptogram and Eurorent, Chairman Malta Hub, President I.A.C.A. Malta | Membro comitato scientifico università LUM Jean Monnet

Fare impresa nel 3° millennio, protezione e tutela del patrimonio nel panorama crypto, leggi e fiscalità

Secondo Zucchetti le guerre si fanno all’interno delle istituzioni bancarie. È un gioco delle parti, nel 2017 Jamie Dimon CEO di JP morgan aveva aspramente criticato Bitcoin al 25th Annual Summer Celebration Gala organizzato dall’Aspen Institute, definendolo come una truffa. Nel 2018 si pente di quanto dichiarato in precedenza ed ora a qualche settimana dall’inizio del 2019 abbiamo la JPM Coin. 

Fino ad ora le banche si sono occupate prevalentemente di gestire FIAT, mentre gli exchange Crypto con queste dinamiche poco cambia, la centralizzazione rimane.

Ora stanno nascendo banche crypto friendly (KYC e dichiarazione del wallet)

Tipi di token 

Token

Coin= moneta elettronica basata su un Digital Ledger o su tecnologia Blockchain. 

DLT= libro mastro digitale, data base distribuito su hardware dedicato

Blockchain = DLT decentralizzato con meccanismi di consenso 

NON fungibile tokens si basano su alcuni modelli contrattuali 

  • ERC998 Integra strutture di vari smart contract (componibile)
  • ERC 721= unicità e collezione 
  • ERC20= Valorizzazione e trasferimento

Il virtual token svolge una funzione solo all’internodel proprio sistema (valorizzazione). Stessi modelli de NF (998,721,20). N.B non è soggetto a MiFID II o VFA Act.

L’utility token svolge una funzione concreta all’esterno del suo ecosistema. Sono considerati dalla normativa maltese strumenti di pagamento. (stessi modelli di smart contract di prima). 

Security Token = Secondo la normativa Maltese racchiude in se diversi definizioni di token, che rientrano nella direttiva MiFID II, sono ritenuti strumenti finanziari Security, Equity, Debit.(stessi modelli di smart contract di prima )

Normative fiscali 

  1. MDIA (Malta)
  2. FINMA (Svizzera)
  3. Italia
  4. Estonia
  5. Lituania

Leggi MALTESI – MFSA Malta Financial Services Authority 

C778Certificazione dell’operazione con il virtual agent (key officer nel gambling)

C901Creazione autorità (con regolamentazione interna) MDIA

C689Regolamentazione MDIA

Autorità governativa


—MDIA= Malta digital innovation authority ACT

—Innovative technolgy arrangements and services act 

—Virtual financial assets act 

Leggi SVIZZERE

Autorità di vigilanza indipendente 

FINMA, La FINMA esprimere pareri, poi ogni azienda ha l’onere e onore di districarsi nel complesso panorama legislativo internazionale. 

Leggi ITALIANE

  • La crypto valute possono essere considerate monete alternativa a quella corrente e quindi straniere,
  • Bisogna dichiara utili e perdite, se si è aziende
  • 26% sulle plusvalenze per attivò speculative (se c’è operatività >= 50.000 € per 7 giorni di fila)
  • Non sono soggette a IVA
  • Dicotomia tra normativa e tecnica 
  • Se non scarico il wallet sul mio conto? 
  • Se non appaleso il wallet?

Differenze tra stable coins e coins 

Una Coin normale non ha un collaterale 

Una Stable coin contract  è basata su un collaterale (deposito aureo, deposito immobiliare etc)

Compro un’opera che si rivela falsa —> tramite stable coin (non per forza listati pubblicamente) ho la possibilità di disintegrare la transazione 

Secondo Davide Luigi Borella CEO di Pool of stake, Blockchain Manager, ICO/STO consulter, ICO Advisor su ICObench, Membro della Cryptovalley di Zugo, Comunity Manager

l’hype delle ICO non è ancora finito. 

Case study :“Dao casinò” —> oracolo per gli eventi di betting in un casinò

Ha avuto un problema, il team lavorava, ma la community ha criticato troppo le ICO. (depressione da bearmarket, fuga di capitali).

È stata la prima a fare un dump tra tutti i pump delle ICO listate —> questo ha segnato la fine dei facili guadagni (periodo fortunato).

Dal 2014 al 2017 c’è stata una vera e propria escalation di ICO, 7 nel 2014 per un totale di 30 mln, 7 nel 2015 per 8 mln, 43 nel 2016 per 246 mln e 344 ICO nel 2017 per oltre 5 miliardi. 

Il problema delle ICO stava nell’inconsapevolezza effettiva di cosa si stava facendo. 

Step fondamentali per porre solide basi di partenza (per il lancio di un prodotto/servizio tokenizzato)

  1. Step Business model 
  2. Token model è necessario pensare all’utilizzo e al funzionamento logico del token. Manca un linguaggio universale (la catena di blocchi è un termine ufficiale usato da Satoshi Nakamoto in “Bitcoin Manifesto”, Il termine Blockchain è stato coniato senza fondamento). Bisogna chiedersi se il sistema e l’idea hanno veramente bisogno della Blockchain
  3. Community, le risposte ai problemi etici posti all’interno dei tuoi medium devono essere sempre compatibili con la vision
  4. Ora l’analisi della comunità è troppo pervasiva nella sua comunicazione.
  5. Il marketing rappresenta l’80% dei costi
  6. Fondi e finanziamenti
  7. Advisor /Consulente: professionista su cui si ricorre per consigli, chiarimenti e pareri.

Come scegliere gli adivisor?

  • Competenze tecniche 
  • Conoscenza dei token model
  • Sa misurare il sentimento degli investitori

Lorenzo Rigatti Head of Business Development & Investor Relation Noku SA | Management Engineer | Oxford Alumni

Nei casi reali di progetti internazionali e Blockchain strategy è fondamentale porsi domande come: 

  • Hai un processo che si presta ad essere automatizzato?
  • Hai un asset di scambio e value transfering?
  • Protocol layer: Hai bisogno di una block pubblica o privata?
  • Networking layer: chi sono i nodi, chi ha accesso di lettura e chi scrittura? 
  • Application layer: chi la deve usare, cosa sono abituati ad usare gli utenti?

Market sizing strategy

  • TAM total addressable market 
  • SAM service addressable market 
  • SOM service obtainable market
  • LAM launch addressable market (mvp)
  • Competitor analysis (direct, indirect, potential)
  • Find the USP (unique selling position).

Federico Viganò Co-founder e CMO di Icobooster SA

Evoluzione del marketing e previsioni per il futuro

Per instaurare un rapporto di fiducia si deve passare attraverso la trasparenza. Le aziende, soprattutto le maggiori, hanno un pubblico tendenzialmente scettico sulle informazioni divulgate.

  • I brand e le aziende poso acquisire fiducia verso i clienti proprio grazie alla Blockchain, creando una value propositonche nessun’altra strategia di marketing può dare.
  • Uno dei valori della Blockchian risiede nella possibilità di documentare in maniera trasparente ogni info,
  • La Blockchain conferisce il controllo dei dati privati ai consumatori,

Come applicare la Blockchain al tuo business

  • Come primo step è necessario educare. L’adozione della blockchain non è facile e prima che un’azienda decida di farla propria deve prima capire davvero come questa può impattare sui processi, sulla produzione e sulla vendita. 

Niente di più sbagliato è pensare che possano esserci passaggi facili con cui magari andare a raccogliere fondi da investitori entusiasti. Non è più il 2017!

  • Secondo step, creare un piano. Una volta stabilito che la Blockchain è la soluzione giusta e siamo pronti a cambiare i paradigmi aziendali per adottarla, si può pensare alla strutturazione del piano tecnico e di marketing che potrà condurre a una ICO o una STO. 
  • Terzo step, pianificare una ICO/STO. Il lancio di una STO o ICO di per sé richiede fondi e strumenti. Sono veicoli fenomenali per far partire un progetto. Ma per quanto siano efficaci, sono altrettanto complessi e chiedono un’attenta preparazione legale e promozionale, insomma, un progetto nel progetto. 

Esempio

Brave e il basic attention token (BAT)

Un software nato dai creatori di Firefox, migliore per le performance di navigazione e tutela della privacy oltre che per la gestione efficace delle pubblicità invasive. inoltre, introduce BAT, il token che elimina gli intermediari e remunera gli utenti che visualizzano le ADS. 

Bitclave e l’ADV decentralizzata. 

Bitclave è una piattaforma di marketing basata su blockchain che permette tramite gli smart contract, di mettere in contatto advertiser e pubblico. 

Bitclave permette di non pagare fee elevate alle varie piattaforme (Google, Facebook, ecc.) e di rendere il rapporto utenti/aziende più diretto e veloce dando il potere agli utenti du poter aver il controllo dei propri dati e decidere se venderli e metterli a disposizione delle aziende oppure no.  

Vi siete persi il primo round di Blockchaininsiders, percorso completo a 360° con l’obiettivo di formare chi vuole essere pronto ad operare nel settore della blockchain. 

Rimanete aggiornati sui nostri social per il prossimo round di #blockchaininsiders

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *